12 Progetti1000 persone coinvolte

L’economia civile non è un’idea astratta, ma un approccio che si realizza tutti i giorni, grazie all’impegno di cittadini, associazioni e amministrazioni capaci di lavorare in sinergia per far coincidere il benessere di ognuno con il benessere di tutti. Ecco alcuni progetti che stiamo sviluppando a Campi Bisenzio e che possono essere replicati ovunque grazie all’iniziativa dei cittadini e agli strumenti (es. patti di collaborazione) messi a disposizione dagli enti locali.

Emporio Solidale

Un emporio dove prendere in prestito attrezzi (chiodi, trapani, vernici, guanti, etc. donati da Leroy Merlin) e restituire il prestito in ore di volontariato civico. L’Emporio Solidale è un luogo di aggregazione e di scambio di competenze che ospita corsi di fai da te, uno spazio in cui i “bisogni” dei singoli si trasformano in occasioni per costruire una comunità più coesa.

La Comunità del Cibo

Una rete territoriale che coinvolge circoli, associazioni e parrocchie nel recupero di cibo e nella sua redistribuzione alle famiglie più fragili. Il coordinamento della Caritas e la collaborazione di esercizi commerciali  e mense scolastiche permettono una raccolta e una distribuzione capillare su tutto il territorio. Il progetto verrà implementato coinvolgendo botteghe di prossimità e produttori locali, così da incentivare il cibo a km 0 e promuovere le consegne a domicilio.

Il Regolamento dei Beni Comuni

Uno strumento normativo che permette ai cittadini di prendersi cura dei Beni Comuni della propria città, firmando un patto di collaborazione con l’Amministrazione. I cittadini ottengono, con una procedura semplice ed efficace, la gestione di un Bene Comune (giardino, piazza, ecc.) e gli strumenti per completare l’opera. Ad oggi a Campi Bisenzio sono attivi 17 patti di collaborazione.

Il Patto di fiume

Uno strumento volontario di programmazione strategica e negoziata che persegue la tutela, la corretta gestione delle risorse idriche e la valorizzazione dei territori fluviali unitamente alla salvaguardia dal rischio idraulico. Il Bisenzio divide, e al tempo stesso unisce, la città: l’obiettivo è dare centralità alla sua presenza del fiume, valorizzando gli argini con attività ricreative e culturali.

La Responsabilità Sociale di Comunità

Abbiamo riunito gli imprenditori della città per parlare insieme della responsabilità che le imprese hanno verso territorio e comunità. L’obiettivo è la firma di un patto che saldi il legame tra imprese e la città, così da creare esternalità positive per la cittadinanza, le aziende e l’ambiente.

Lo Sportello Amianto

Un centro di smaltimento, il primo nella Piana Fiorentina, per i privati che vogliono smaltire questa sostanza illegale e tossica dalle loro proprietà. Uno strumento di sostegno e stimolo fondamentale nell’ottica dell’ambiente e della salute.

Gli Orti Urbani

Grazie ad un finanziamento della Regione Toscana, abbiamo realizzato a Campi Bisenzio i primi 32 orti urbani che abbiamo assegnato tramite bando a cittadini e associazioni. Non luoghi privati, ma spazio di incontro, di condivisione e di avvicinamento alla natura per i più piccoli. Da settembre l’ente gestore e una rete di realtà sociali, cooperative agricole e produttori arricchiranno il progetto con iniziative e nuove forme di gestione condivisa.

L’Urban Center

Supporterà tutte le azioni promosse dal Distretto dell’Economia Civile. Sarà un incubatore di proposte per sviluppare politiche di innovazione in modo partecipato. Bilancio partecipato, Regolamento dei beni comuni e rigenerazione urbana sono solo alcuni degli obiettivi promossi dall’Urban Center, che avrà come scopo anche l’innovazione interna alla Pubblica Amministrazione e l’attenzione alla sostenibilità ambientale.

La Casa dell'Acqua

La rigenerazione dell’ex Casello Idraulico della città, reso ora uno spazio polivalente aperto a tutti. Lo spazio di 40 mq più giardino è stato ristrutturato grazie al cofinanziamento della Regione Toscana: un patto di collaborazione con 10 associazioni del territorio ha permesso la rinascita della Casa dell’Acqua, dove ad oggi 15 realtà promuovono un calendario di attività e animazione aperto a tutta la comunità.

Le Cooperative di Comunità

Un modello di innovazione sociale in cui i cittadini sono produttori e fruitori di beni e servizi. Si mettono a sistema le attività di singoli cittadini, imprese, associazioni e istituzioni creando sinergie e rispondendo così a esigenze di mutualità. La cooperativa di comunità deve quindi produrre beni e servizi che incidano in modo stabile e duraturo sulla qualità della vita sociale ed economica della comunità di riferimento.

Le Residenze d'artista

Un evento che accoglie in un luogo definito un gruppo di artisti, ospitati e supportati dalla comunità locale. In cambio, gli artisti donano  le opere realizzate durante il periodo di soggiorno, caratterizzato da un continuo  scambio di conoscenze, sensazioni, idee. La seconda edizione si svolgerà nel mese di ottobre e sarà incentrata sulla street art e il teatro di comunità.

Pedibus

Una forma di trasporto che coniuga esercizio fisico, aggregazione e sostenibilità ambientale. In piena coerenza con i principi dell’economia civile, Campi ha istituito due linee di percorsi pedonali guidati per accompagnare a scuola i bambini. Un progetto che stimola l’esercizio fisico e disincentiva l’utilizzo dei mezzi privati, con esternalità positive su salute, territorio e collettività.