il prefestival su innovazione e città

Ecco Urbum, o meglio “Urbum – Ecco”! Perché quest’anno si chiama così il pre-festival che anticiperà dal 12 al 15 novembre 2019 la quarta edizione del Festival dell’Economia Civile. Dopo l’esperienza di successo dello scorso anno del progetto, che vide un gruppo di innovatori sociali da tutta Italia giungere a Campi Bisenzio per confrontare le proprie esperienze e ideare soluzioni per le criticità del territorio locale, URBUM! torna quest’anno e si chiama URBUM-ECCO (Economie Circolari di Comunità per la rigenerazione ambientale, sociale e culturale).

Finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, il progetto ha l’obiettivo di promuovere e sviluppare l’economia circolare tramite un approccio integrato in grado di generare benefici ambientali, economici e sociali sia su scala nazionale sia a livello locale.

URBUM – ECCO vedrà la partecipazione per la prima azione di formazione dei referenti di tutti i 13 poli territoriali coinvolti:

  • Torino (Piemonte)
  • Milano (Lombardia)
  • Vicenza e San Stino di Livenza (Veneto)
  • Gemona (Friuli Venezia Giulia)
  • Bologna (Emilia Romagna)
  • Campi Bisenzio (Toscana)
  • Roma (Lazio)
  • Pescara (Abruzzo)
  • Grottammare (Marche)
  • Succivo (Campania)
  • Potenza (Basilicata)
  • Maruggio (Puglia)
  • Palermo (Sicilia)

I temi affrontati spazieranno dall’economia circolare come risorsa per il territorio all’inclusione sociale ed i diritti. Si parlerà di mappare un territorio per cambiarlo e del Ri-hub come polo inclusivo, entrando nel vivo con gli strumenti pratici di attivazione e il patrimonio associativo, dando un ruolo centrale all’educazione all’economia circolare. URBUM – ECCO si concluderà con una co-progettazione volta a costruire un metodo per l’attivazione territoriale.

Formatori del Progetto saranno Carlo Andorlini, Alessandra Viviani, Enrico Fontana, Vanessa Pallucchi, Angelo Buonomo, Sandro Luchetti, Marco Mancini, Mimma Pecora, Simone Nuglio, Fabiana Leporelli, Lorenzo Barucca, Alessio di Addezio, Milena Dominici, Raffele Cava.

PROGRAMMA 2019

SCARICA IL PROGRAMMA
  • 17.00 - 17.30: Avvio dei lavori e saluto di benvenuto di Emiliano Fossi - Sindaco del Comune di Campi Bisenzio e  Fausto Ferruzza - Presidente Legambiente Toscana e introduzione a cura di  Enrico Fontana - Responsabile Ufficio economia civile Legambiente
  • 17.30 - 19.00 : Avvio dei lavori e presentazione di URBUM a cura di Carlo Andorlini - Università degli studi di Firenze, Lorenzo Barucca - Coordinatore Ufficio economia civile di Legambiente e Alessio Di Addezio - Coordinatore Ri-Hub (progetto ECCO)
  • 10.30 - 12.00 Mappare un territorio per cambiarlo a cura di Carlo Andorlini e Angelo Buonomo - Ufficio economia civile Legambiente;
  • 12.00 - 13.30 l’economia circolare come risorsa per il territorio a cura di Marco Mancini - Ufficio scientifico Legambiente e Mimma Pecora - Ufficio Marketing Legambiente;
  • 14.30 - 15.30  Educare all’economia circolare - I Ri-Hub come poli inclusivi a cura di Vanessa Pallucchi - Presidente Legambiente Scuola e Formazione;
  • 15.30-16.30 Strumenti pratici di attivazione e patrimonio associativo a cura di Fabiana Leporelli - Ufficio tesseramento Legambiente e Alessio Di Addezio;
  • 16.30 - 17.30 - La sostenibilità economica di un Ri-hub a cura di Lorenzo Barucca e Simone Budini Luiss ERShub;
  • 17.30 - 18.30 - Comunicare il progetto a cura di Raffaele Cava - Responsabile comunicazione progetto ECCO e Nicola Cozzolino - Agenzia di comunicazione UNIK
  • 10.30 - 11.30 - L’inclusione sociale e i diritti a cura della prof.ssa Alessandra Viviani - Dipartimento Scienze Politiche e Internazionali Università di Siena;
  • 11.30 - 12.30 - Le campagne per l’attivazione territoriale a cura di Simone Nuglio - Ufficio Campagne Legambiente;
  • 12.30 - 13.30 - Strumenti tecnici, progettazione e rendicontazione a cura di Sandro Luchetti - Responsabile Ufficio progetti Legambiente e di Elena Cucchetto, Sara De Angelis e Simone Nardicchia - Ufficio progetti Legambiente.
  • 14.30 - 18.30 - Intervento di Marina Fornasier - presidente della Cooperativa Insieme e Adriano Vernau - Cooperativa Insieme e avvio della co-programmazione di progetto a cura di Lorenzo Barucca e Alessio Di Addezio.
  • Ore 11.30 - Kick off di progetto con Ministero del Lavoro*,  Serena Carpentieri - Vicedirettrice Legambiente, Marco Gisotti - giornalista e divulgatore, prof.ssa Eleonora Di Maria -  Economia e gestione delle imprese Università di Padova, prof. Riccardo Morri - Istituto di Geografia Sapienza Università di Roma, Sebastiano Marinaccio - Mercatino srl, Simone Budini - Luiss ERShub e Andrea Zampetti - Percorsi di Cittadinanza Coop. Sociale.
  • Segue, nel pomeriggio il primo Forum nazionale dei Distretti dell’Economia Civile.

In Italia c’è un grande bisogno e contemporaneamente una grande occasione di lavorare in cantieri urbani dove stanno avvenendo mutazioni che ricostruiscono coesione sociale, sviluppo sostenibile, inclusione, lavoro soprattutto grazie alla ricostruzione di relazioni trasversali e ibride.

Per questo nasce URBUM!


Cosa

URBUM! è una residenza breve per innovatori sociali.
Si colloca all'interno del lavoro che l’Amministrazione Comunale di Campi Bisenzio sta facendo da alcuni anni che ha dato vita al Distretto dell’economia civile e all'appuntamento annuale del festival.

Perché

L’edizione ZERO/2018 prevede una 2 giorni in cui innovatori, designer sociali, operatori culturali, accademici, operatori sociali, giovani imprenditori civili e molto altro da tutta Italia si ritrovano a lavoro sulle policy e sulle pratiche per lo sviluppo di un distretto dell’economia civile.

La nostra missione


Per portare idee dentro un cantiere aperto.
Per riportarsi nel proprio contesto professionale e di vita idee che nascono dall’intelligenza collettiva. Per costruire pensieri emergenti da una comunità di innovatori, per lasciare a campi bisenzio cose da fare.

Gli esiti di URBUM! vengono consegnati all’Amministrazione come primo atto del festival che anche grazie a questi input è stimolato a proseguire le suggestioni ricevute all’interno degli eventi e del programma. URBUM! infatti si tiene nei giorni subito precedenti al Festival.

Quando

URBUM! si tiene nei giorni subito precedenti al Festival e gli esiti della prima edizione sono stati consegnati all’Amministrazione come primo atto del festival che anche grazie a questi input è stimolato a proseguire le suggestioni ricevute all’interno degli eventi e del programma.

Le aree di lavoro scelte per la prima edizione sono state:

nuova partecipazione (spunti per nuovi patti collaborativi con finalità sociali, ambientali e/o culturali….);

rigenerazione socio-urbana (ripensare i luoghi in dimensione relazionale, sociale, ibrida, spazi di abitazione condivisi…);

rigenerazione economica (l’economia di prossimità, la rivitalizzazione dei piccoli centri, nuova manifattura…);

lavoro (nuove imprese sociali, cooperative di comunità, community hub….).
Tra parentesi solo alcune possibili interpretazioni degli argomenti.

L’edizione 2019 prevede di ampliare e diversificare le aree di lavoro, coinvolgendo innovatori sociali differenti e più numerosi.