> Sviluppo sostenibile del territorio

Giovedì 17 Novembre
Modello energetico distribuito

Il mondo dell’energia sta cambiando velocemente, in Europa e nel mondo, con fenomeni nuovi e inaspettati, come la crescita esponenziale dell’energia pulita in paesi come quelli asiatici e del Centro America. In questo contesto, l’Italia è al centro del cambiamento: in 10 anni, infatti, la crescita delle fonti rinnovabili ha portato il contributo rispetto ai consumi dal 15 al 35,5%, grazie a un modello di produzione distribuito nel territorio con oltre 850mila impianti diffusi da Nord a Sud, dalle aree interne alle grandi città. Ciò ha permesso un aumento della produzione pulita di 57,1 TWh, mentre il numero di Comuni in cui è installato almeno un impianto da fonti rinnovabili è passato da 356 a 8047. In 2.660 Comuni l’energia elettrica pulita prodotta supera quella consumata. Ma sono 39 i migliori Comuni d’Italia individuati da Legambiente, dove il mix di impianti diversi permette di raggiungere il 100% di energia da fonte rinnovabile sia per gli usi termici che per quelli elettrici grazie a soluzioni sempre più innovative e integrate, con smart grid, mobilità elettrica, accumulo e con l’incredibile risultato di avere bollette meno care per imprese e famiglie (da Comuni Rinnovabili). 
“E’ il momento di aprire una nuova fase di sviluppo delle fonti rinnovabili nel nostro Paese – ha dichiarato il vicepresidente di Legambiente Edoardo Zanchini , e oggi è davvero possibile grazie alla riduzione del costo degli impianti e alle innovazioni nella gestione delle reti e dei sistemi di accumulo. I Comuni più avanzati in questa rivoluzione dal basso, dimostrano come si debba guardare a un modello energetico sempre più distribuito, pulito, innovativo.

La giornata è strutturata su due appuntamenti. Il primo coinvolgerà le scuole del territorio per coprogettare attraverso modalità nonformale scenari di sviluppo sostenibile. Il pomeriggio attraverso un workshop partirà dall’esperienza della mattina per confrontare buone pratiche nazionali con possibili applicazioni concrete nel territorio.

IL WORKSHOPREGISTRATI ALL’EVENTO

Logomakr_9ZQFvG

Laboratorio didattico per le scuole (9.30-11.00 , 11.30-13.00) logomakr_1godix Sala della Musica, teatrodante Carlo Monni

 

 

Workshop (15.00-18.00)

logomakr_1godix Open space teatrodante Carlo Monni

 

Modera e coordina:

Katiuscia Eroe Responsabile Nazionale Energia di Legambiente

 

Partecipano:

Il modello cooperativo per l’autoproduzione energetica diffusa

 Gabriele Nicolis, We For Green Sharing

 

Un’esperienza positiva di pianificazione e progettazione della risorsa eolica

Sandro Cerri, Sindaco di Montecatini Val di Cecina

 

Dal teleriscaldamento un’eccellenza toscana

Alberto Ferrini, Sindaco di Castelnuovo Val di Cecina

 

Dalle rinnovabili olio, vino e cibo biologici

Davide Borselli, La Poderina Toscana

 

L’integrazione delle rinnovabili sui territori
Marco Catellacci, Referente Greenpeace Firenze

 

L’attuazione del PAER e i suoi sviluppi futuri

Riccardo Guardi, Responsabile PO Energia Regione Toscana

 

 

REGISTRATI ALL’EVENTO